via gli zingari da tutto il comune: “non li vogliamo!”

 

Rom, comune vicentino affigge divieti di sosta per nomadi. “Non li vogliamo qui”

i divieti affissi proprio il giorno dedicato ai rom e sinti: l’8 aprile

 

Campo Nomadi

 

Il sindaco di Albettone Joe Formaggio, nella Giornata internazionale dei Rom e dei Sinti, ha firmato un’ordinanza di divieto per le carovane: “E’ il nostro regalo per queste persone: non le vogliamo. I campi sono covi di criminalità”. Il primo cittadino si schierò per primo in sostegno del benzinaio Graziano Stacchio, che in un comune vicino sparò durante una rapina in gioelleria uccidendo un bandito, proveniente proprio da un campo nomadi del trevigiano

L’affissione dei cartelli va ricollegata all‘ordinanza di divieto per carovane ed altri mezzi firmata dal sindaco, ufficialmente per ragioni igienico-sanitarie, dato che il comune non è dotato di piazzole per la sosta e attacchi per gli scarichi. Ma Formaggio non ha problemi ad ammettere che la ragione è quella di impedire a Rom e Sinti di fermarsi perchè i campi sono “covi di criminalità”. D’altra parte Joe Formaggio è il sindaco che si vanta di dormire con il fucile sotto al cuscino, regolarmente denunciato e usato più volte come deterrente per i malintenzionati, e che si schierò per primo in sostegno del benzinaio Graziano Stacchio, che a Ponte di Nanto – comune vicino ad Albettone – sparò durante una rapina in gioelleria uccidendo un bandito, proveniente proprio da un campo nomadi del trevigiano.

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.

Utilizzando il sito, accetti l'utilizzo dei cookie da parte nostra. maggiori informazioni

Questo sito utilizza i cookie per fonire la migliore esperienza di navigazione possibile. Continuando a utilizzare questo sito senza modificare le impostazioni dei cookie o clicchi su "Accetta" permetti al loro utilizzo.

Chiudi