“ma mi faccia il piacere”

credere di far bene
la rubrica arguta e brillante del lunedì di M. Travaglio su ‘Il fatto quotidiano’:

TotoAutoscatto. “Lo scatto che si attende dal Cavaliere” (Piero Ostellino, Corriere , 17-8). Quello delle manette? Basta. “Letta: basta Europa del rigore” (a Repubblica, 18-8). Giusto: vogliamo l’Europa del calcio d’angolo. Libertà. “Lo scatto “De Gregori massacra i democratici e poi canta alla sua festa (per soldi)”(Libero,18-8 sulla partecipazione del cantautore alla festa del Pd di Modena). Finalmente chiarito il significato della testata “Libero”: dalla grammatica e dalla sintassi. Giustizia. “Referendum sulla giustizia. I Radicali raccolgono le firme in carcere” (Corriere della sera, 18-8). Quelli a piede libero, evidentemente, non firmano. Tutto vero. “Il Pd assomiglia a Mussolini: vuole far tacere gli avversari… Sperano di liquidare Berlusconi condannandolo al silenzio come il Duce fece con Gramsci” (Paolo Guzzanti, il Giornale, 17-8). Poi squilla la sveglia.

Coppi&Ghedini al cubo. “Muore l’avvocato Vergès, il difensore degli indifendibili. Il controverso legale ebbe tra i clienti Klaus Barbie e Carlos lo sciacallo. Scrisse saggi garantisti” (il Giornale, 17-8). Povero B., non gliene va più bene una.

Cervelli in fuga. “Con la condanna di Silvio rischiamo fughe all’estero. A preoccupare molti italiani non è la sorte personale dell’ex premier, ma la violazione della democrazia e della libertà. Così aumenta la sfiducia e la voglia di lasciare l’Italia” (Maurizio Belpietro, Libero, 17-8). Ecco cos’erano quegli assembramenti umani sulle coste siciliane.

Il Meeting della Sfiga tra i Popoli. “Enrico Letta è un amico da sempre” (Emilia Guarnieri Smurro, fondatrice del Meeting di Cl a Rimini, la Repubblica, 17-8). L’aveva già detto di Andreotti, Martelli, De Mita, Craxi, Cossiga, Monti, Passera. Avanti un altro.

Nun ce lassa’. “Una sentenza ingiusta non cancellerà un leader” (Giuliano Ferrara, il Giornale, 18-8). Non s’interrompe così uno stipendio.

Fantacalcio. “La partita di Berlusconi. Sempre in gioco” (il Giornale, 15-8). Detenuti contro secondini, nell’ora d’aria.

IRagazzi dello Zoo di Arcore. “L’ex ministro Rotondi: ‘Scelto il nome del delfino’” (Libero, 18-8). Dopo i caimani, i falchi, le colombe, i pitoni, le pitonesse e il cane Dudù, mancava solo il delfino. Urge riabilitare Caligola.

Se son Rosi fioriranno. “Francesco Rosi & Roberto Saviano. Il regista incontra lo scrittore che ne ha seguito le orme” (la Repubblica, 18-8). A sua insaputa.

Marina Mercantile/1. “Il passo indietro di Marina: ‘Mai pensato alla politica’” (la Repubblica, 14-8). Se è per questo, nemmeno suo padre.

Marina Mercantile/2. “Marina Berlusconi titolare di società off-shore: un tesoretto confezionato dall’avvocato Mills” (l’Espresso, 15-8). Non c’è niente da fare, è più forte di loro: ce l’hanno nel sangue.

Agibilità. “Silvio Berlusconi tiene aperte tutte le strade. E continua a vagliare le diverse ipotesi sul tavolo per capire quale possa essere la strada maestra per provare a garantirsi la cosiddetta ‘agibilità politica’” (il Giornale, 13-8). “A Locarno vanno in scena i deliri dell’ultimo brigatista. Nel film ‘Sangue’ recita Giovanni Senzani, killer mai pentito di Roberto Peci” (il Giornale, 14-8). Gli hanno semplicemente garantito la cosiddetta “agibilità cinematografica”.

Fiducia. “Di Napolitano ci si può fidare” (Gaetano Quagliariello, ministro delle Riforme, Libero, 15-8). Lo diceva anche Bersani.

Imbecilli. “Il mio Pd? E’ guidato da dirigenti imbecilli. Mi vergogno” (Vincenzo de Luca, sindaco di Salerno e viceministro delle Infrastrutture, Libero, 13-8). Basti pensare che quegli imbecilli hanno persino candidato Vincenzo De Luca a sindaco di Salerno e poi l’hanno nominato viceministro delle Infrastrutture.

Da Il Fatto Quotidiano del 19/08/2013.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.