le monache rispondono per le rime alla Littizzetto

 

 

 le suore di clausura contro Luciana Littizzetto:

“Noi represse? Se avessimo voluto abbracciare un uomo avremmo scelto un altro”

  

 Nel corso della puntata di domenica della trasmissione di Raitre “Che tempo che fa”, Luciana Lettizzetto ha ironizzato sulla scena memorabile delle suore di clausura che circondano Papa Francesco durante la messa nel Duomo di Napoli. Ma le Sorelle non ci stanno, rispondono prontamente a tono su Facebook. 

Indubbiamente il siparietto andato in scena sabato nella cattedrale di Napoli, quando tutte le monache hanno assalito Papa Francesco, ha fatto sorridere un po’ tutti. La scena del Cardinale Sepe che, in napoletano, le incitava a tornare al proprio posto, resterà memorabile. Eduardo De Filippo diceva che Napoli è “un immenso teatro, in cui tutto, anche la miseria, diventa spettacolo”. E questa scena rappresenta emblematicamente la loro innata capacità di recitare la vita vera.

 

Luciana Littizzetto, durante la puntata di domenica 22 marzo della trasmissione televisiva di Fabio Fazio “Che tempo che fa”, ha mandato in onda le immagini della giornata del pontefice nella capitale campana ironizzando: “Il momento supremo di comicità massima è stato quando il Papa ha conosciuto le suore di clausura – continua – Non si capisce se erano tutte intorno al pontefice perché non avevano mai visto un Papa o perché non avevano mai visto un uomo”.

Il commento non è affatto piaciuto alle suore di clausura del monastero Clarisse Cappuccine di Napoli. Hanno immediatamente espresso il proprio parere sulla pagina Facebook gestito dall’abadessa madre Rosa.

suore rispondono

“Ci dispiace che la sig. Littizzetto abbia pensato che le “represse” monache di clausura stessero aspettando il Papa per abbracciare un uomo…probabilmente per fare questo avremmo scelto un altro luogo e ben altri uomini..se avessimo voluto”, rispondo con tono polemico le monache. Concludono la loro protesta con un invito alla “cara Luciana” ad “aggiornare il manzoniano immaginario delle monache di vita contemplativa”.

In difesa delle suore sono arrivati numerosi commenti dei lettori dei social network che considerano “fuori luogo” l’intervento della Littizzetto.

 
 il video delle monache clarisse che accolgono il papa con entusiasmo:

 

 

 

inutile dire che la risposta delle alla Littizzetto è diventata virale…

 le monache clarisse cappuccine di Napoli, ordine istituito da Maria Lorenza Longo nel 1535, hanno un profilo molto attivo su Facebook e a gestirlo ci pensa direttamente la Abbadessa, madre Rosa Lupoli che ha ideato una sorta di “i-clausura” «Il nostro essere sui social è solo una risposta ai tanti che, in qualche modo, vogliono essere in contatto con noi. Prima c’era la posta, poi il telefono, poi la mail, oggi facebook. Diciamo che cerchiamo di venire incontro alle richieste di preghiera, ascolto, amicizia, sostegno che ci vengono da ogni parte, tentando di essere aggiornate e in sintonia con i tempi» (Corriere del Mezzogiorno, 24 marzo).

 

image_pdfimage_print

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato.

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.