il razzismo di chi si dice non razzista

 

 

analfabeta politico

14.5.2013

preoccupante linguaggio razzista e violento da parte di una consigliera leghista  nei confronti della ministra Kienge: “non c’è nessuno che stupri la ministra Kienge?”

e se anche è vero che il partito della Lega ha deciso di sospenderla e di espellerla, è vero anche che in molti hanno tentato di ‘comprenderla’, minimizzare, sostenere che non fosse più che una battuta, uno sfogo, un dire a voce alta ciò che moltissimi italiani pensano

(vedi nel link qui sotto notizie più precise)

Pubblica su Facebook la foto del ministro Cecile Kyenge

per meglio cogliere nelle parole usate da tanti politici e da questa consigliera leghista non solo la dimensione violenta (‘stupro’), ma anche chiaramente razzista consiglio le meravigliose parole a commento di Gramellini su La Stampa di oggi (vedi link qui sotto)

Kyenge e i razzistini

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *

Time limit is exhausted. Please reload CAPTCHA.